Questo sito web utilizza cookies per migliorare la tua navigazione e servirti un servizio personalizzato. La navigazione sul nostro sito ne comporta l'accettazione. Per cambiare la configurazione o ottenere ulteriori informazioni, ti invitiamo a prendere visione della nostra Cookie Policy.

IL SITO E' IN MANUTENZIONE, NON VI PREOCCUPATE SE SI SPAGINA, SIAMO AL LAVORO PER VOI

INSEPARABILI

I N S E P A R A B I L I (Agapornis roseicollis)

inseparabili

MORFOLOGIA

L’inseparabile è' un piccolo pappagallino appartenente alla specie delle agapornis. Originario del sud dell'Africa è il più robusto della famiglia. Raggiunge i 16 cm di lunghezza. Il piumaggio presenta diversi colori: verde intenso sul corpo, rosso-rosa a livello della testa e blu-azzurro sopra la coda. Per riconoscere il sesso dell'animale, cosa oltretutto molto difficile, bisogna osservare la differenza nelle ossa pelviche. Se sono serrate è maschio, se è sono più aperte è femmina.

COMPORTAMENTO

Facile da allevare, l'inseparabile si presenta docile, socievole e molto allegro. È possibile anche addestrarlo. Ha bisogno di compagnia, quindi l'ideale è che non sia da sola. Vengono venduti normalmente in coppia da qui il nome d'inseparabili.

ALLOGGIAMENTO

La gabbia dev'essere spaziosa e a sviluppo verticale, poiché i pappagallini amano arrampicarsi, quindi necessitano che le sbarre siano orizzontali e non troppo distanziate tra loro (il capo può incastrarsi). Vanno poste poi delle mangiatoie e i specifici abbeveratoi. Nelle giornate calde è preferibile aggiungere una vaschetta con un po' d'acqua fresca per fare i bagnetti. Va posto anche in nido con la forma pressoché cubica con un foro alto imbottito di torba e trucioli. La sistemazione ideale è in una zona luminosa (ma non luce diretta), lontana da fonti di calore e ad una certa altezza dal suolo. Come accessori per lo svago sono ottime le scalette e i piccoli tronchetti da scorticare. L'inseparabile ama sbriciolare i legnetti.

ALIMENTAZIONE

Esistono delle specifiche confezioni di sementi secche. L'importante è che nella mangiatoia non ci sia un eccesso di semi oleosi (ex. Girasole). L'alto contenuto di grassi insaturi è dannoso per il metabolismo del pappagallino. L'osso di seppia è importante per la pulizia del becco e per i sali minerali. Bene sarebbe anche somministrare anche dei pastoncini da canarini ricco di proteine. Nell'acqua si possono aggiungere 2 gocce di polivitaminico, per una dieta più completa. L'inseparabile non disdegna anche frutta e verdura: l'importante è abituarla pian piano, dando una fettina di mela al giorno o un pezzetto di banana. Mai l'avocado perché è tossico! Sia frutta sia verdura non devono essere fredde di frigorifero.E' possibile integrare la dieta con pane secco, biscotti e cavolo.

RIPRODUZIONE

Sono uccelli prolifici e si possono riprodurre facilmente. Arrivano a deporre anche fino a 6 uova che si schiudono dopo 23 giorni di covata. I piccoli saranno dipendenti attorno al mese e mezzo prima del quale vengono accuditi con molta cura da entrambi i genitori.

PATOLOGIE PIU' FREQUENTI

COMPLICAZIONI AL PARTO : La deposizione delle uova presenta anche delle complicazioni come:

  • problemi nella deposizione delle uova: la femmina è agitata e "impallata" per le difficoltà di espellere le uova. Si può provare a tenere la femmina al di sopra di un recipiente d'acqua calda per aiutarne la dilatazione o, tramite taglio cesareo del veterinario.
  • Malformazioni delle uova: guscio molle per carenza di calcio.

BECCO MOLLE O DEFORMATO : E' dovuto alla carenza di vitamina D o di minerali nella dieta. Basterà integrare i pasti con polivitaminici ( non eccedere, le polivitaminosi possono provocare danni maggiori ) Se si mantiene un'alimentazione corretta non sarà necessario ricorrere a tutto questo.