Questo sito web utilizza cookies per migliorare la tua navigazione e servirti un servizio personalizzato. La navigazione sul nostro sito ne comporta l'accettazione. Per cambiare la configurazione o ottenere ulteriori informazioni, ti invitiamo a prendere visione della nostra Cookie Policy.

IL SITO E' IN MANUTENZIONE, NON VI PREOCCUPATE SE SI SPAGINA, SIAMO AL LAVORO PER VOI

Uccelli

CACATUA DAL CIUFFO GIALLO

CACATUA DAL CIUFFO GIALLO 

(Cacatua sulphurea)

cocorita

Caratteristiche: i Cacatua fanno parte della famiglia dei Psittacidae e la loro peculiarità è la presenza di una cresta erettile. I Cacatua sulphurea possono raggiungere la dimensione di 49 centimetri, 21 dei quali sono dovuti alla coda. Hanno il corpo completamente bianco e un grande ciuffo giallo sulla testa. Tale cresta è erettile e viene utilizzata dal pappagallo per esprimere le sue emozioni: non è raro che assuma un aspetto impressionante quando è irritato, oppure che apra il ciuffo a ventaglio quando vuole sedurre o richiamare l’attenzione di chi lo circonda. Il maschio si distingue dalla femmina per il colore dell’iride che è bruno-nera, è invece bruno-rossa nelle femmine.

Alloggiamento: si può scegliere tra gabbia e voliera esterna. In ogni caso l’alloggio deve essere costruito in materiale molto resistente, come ad esempio il ferro galvanizzato, poiché il becco robusto del cacatua potrebbe distruggerlo. La gabbia è indicata solo per gli esemplari più piccoli; nella maggior parte dei casi è preferibile una voliera esterna di dimensioni tali da non ostacolare il volo dell’uccello e di forma rettangolare. Il suolo più adatto è fatto di cemento o pavimentato, per essere pulito facilmente e evitare l’annidarsi di parassiti. Il cacatua deve avere a disposizione una mangiatoia, un abbeveratoio, delle grucce a diverse altezze e una zona dove fare il bagno. La temperatura interna alla voliera non deve scendere sotto gli 8 °C e deve essere illuminata da lampade protette.

Alimentazione: frutta e verdura costituiscono la parte principale della dieta del cacatua e devono essere somministrate ben lavate e a temperatura ambiente. Il cacatua predilige mele, ananas e banane, purché mature e sbucciate. In particolari periodi in cui necessita di molte calorie, come ad esempio in inverno e nel periodo riproduttivo, i cacatua apprezzano molto anche datteri, fichi, arachidi e nocciole, frutta ricca di zuccheri. Sono da evitare agrumi e prugne perché producono alterazioni digestive. Tra le verdure, crescione, bietole, spinaci e carote sono molto indicati. A frutta e verdura si devono aggiungere pastoncini a base d’uovo e miscugli di grani: oleosi come i semi di girasole o di canapa in inverno, non oleosi come riso integrale e mais negli altri periodi. La somministrazione di semi di lino in piccole quantità durante la muta favorisce la crescita di un bel piumaggio. Nel periodo riproduttivo è necessario aggiungere del calcio alla dieta non facendo mancare al cacatua piccole dosi di osso di seppia, formaggio stagionato o calcio in polvere.

Riproduzione: i cacatua raggiungono la maturità sessuale dai tre ai cinque anni, ma può passare ancora qualche anno prima che le femmine depongano le uova. La femmina depone due o tre uova bianche ed ellittiche, di circa 47 x 34 millimetri e per 30 giorni i genitori si danno il cambio per l’incubazione delle uova: la femmina le cura di notte, il maschio di giorno. Dopo la nascita i piccoli rimangono nel nido e sono dipendenti dai genitori per 6-11 settimane, dopodiché sono pronti per l’involo.

Comportamento: Se liberi nelle foreste tropicali, il loro luogo di origine, i cacatua tendono a vivere in gruppi, a volte, anche molto numerosi: così è infatti più facile procurarsi cibo e avvertire eventuali pericoli. In genere si scelgono un compagno a cui rimangono fedeli tutta la vita.  Se si decide di allevare i cacatua in voliera è preferibile acquistare più esemplari, in modo tale da consentire ai diversi uccelli di scegliersi il patner preferito.