Questo sito web utilizza cookies per migliorare la tua navigazione e servirti un servizio personalizzato. La navigazione sul nostro sito ne comporta l'accettazione. Per cambiare la configurazione o ottenere ulteriori informazioni, ti invitiamo a prendere visione della nostra Cookie Policy.

IL SITO E' IN MANUTENZIONE, NON VI PREOCCUPATE SE SI SPAGINA, SIAMO AL LAVORO PER VOI

I pesci delle risaie

helostomaUn pesce altrettanto noto agli acquariofili è il Betta splendens, o Pesce Combattente del Siam, che si ritrova facilmente nelle acque stagnanti (a temperature mai inferiori ai 22 °C) delle risaie del Sudest asiatico, in particolare nel Siam (Tailandia e Cambogia) e nelle isole dell'arcipelago del Borneo.
Le risaie sono ecosistemi artificiali creati dall'uomo a scopi agricoli i cui processi di coltivazione creano condizioni chimiche caratterizzate da un ambiente privo di ossigeno e da un pH di circa 6.5. In tale biotopo il Betta splendens, insieme ad altri Belontidi, svolge un importante ruolo di controllo sulle popolazioni di zanzare, nutrendosi delle larve e degli adulti accidentalmente caduti in acqua. 
Importato in Europa per la prima volta quasi cento anni fa, è uno dei pesci più comuni sul mercato acquaristico. In molti allevamenti del Sudest asiatico, i maschi vengono fatti crescere in piccoli acquari separati posti uno accanto all'altro. La visione degli appartenenti al proprio sesso stimola negli animali continue esibizioni di parata, che contribuiscono allo sviluppo delle pinne. Non si possono infatti tenere due maschi nello stesso acquario perché combatterebbero l'un l'altro fino alla morte dell'esemplare più debole, invece è possibile allevare più femmine nello stesso acquario. Un maschio può essere tenuto in un acquario medio di comunità, mentre nelle vasche più grandi si può tenere anche una coppia.
Il Betta splendens è una specie carnivora, in acquario accetta qualsiasi cibo in fiocchi, liofilizzato o surgelato di dimensioni minute.
Il genere Betta comprende altre specie affascinanti da allevare in acquario e ritrovabili sempre nello stesso biotopo: Betta rubra è una specie originaria della Malaysia meridionale i cui maschi combattono fra di loro, ma, a differenza di B. splendens raramente arrivano a ferirsi, limitandosi in genere a delle semplici parate intimidatorie. Betta pugnax; trascurata in passato a causa dei suoi colori meno vistosi di altre specie, mostra un comportamento molto interessante: dopo la deposizione delle uova, il maschio le raccoglie con la sua pinna anale, la femmina le trasferisce in bocca e poi le "risputa" porgendole nuovamente al maschio che le incuberà nella propria bocca fino alla schiusa.

Le risaie possono trovarsi in pianura oppure su pendii in zone collinose. Le pianure, durante il periodo delle piogge, sono abitate da molti pesci. Nel Sudest asiatico è tradizione far crescere il riso insieme ai pesci allevati nei campi inondati. I pesci si nutrono degli insetti nocivi alla pianta di riso, aiutano a fertilizzare il sistema e costituiscono un importante fonte di proteine animali e di guadagno per gli agricoltori. Dopo la mondatura del riso e con l'inizio della stagione secca l'acqua comincia a evaporare. I pesci vengono stretti in pozzanghere dove diventano preda di numerosi nemici, come uccelli, ma anche uomini e bambini.

Anche i pesci della famiglia Cobitidae hanno colonizzato le acque stagnanti con fondali fangosi poco ossigenati: per questo possiedono una superficie branchiale notevolmente estesa e, alcuni, un intestino ricco di capillari per mezzo del quale possono assorbire ossigeno per cederlo direttamente al sangue (respirazione intestinale). 
Si tratta di pesci di fondo che, vivendo in habitat con fondali fangosi, presentano ai lati della bocca organi di senso ausiliari, i barbigli, dotati di papille gustative che permettono loro di localizzare le prede (piccoli invertebrati) in condizioni di scarsa visibilità.
Tipico di tale ambiente è il famoso Pangio kuhlii, proveniente da Sumatra, dalla penisola malese e dal Borneo; è una specie dal corpo anguilliforme, solitaria e pacifica che diviene attiva all'imbrunire. In acquario predilige una fitta vetegazione e luoghi in cui nascondersi durante il giorno. E' termofilo (24-30 °C) e necessita di acqua tenera e leggermente acida.Convive facilmente con altri pesci di indole pacifica.