Questo sito web utilizza cookies per migliorare la tua navigazione e servirti un servizio personalizzato. La navigazione sul nostro sito ne comporta l'accettazione. Per cambiare la configurazione o ottenere ulteriori informazioni, ti invitiamo a prendere visione della nostra Cookie Policy.

IL SITO E' IN MANUTENZIONE, NON VI PREOCCUPATE SE SI SPAGINA, SIAMO AL LAVORO PER VOI

RAGDOLL

ragI primi esemplari sono nati nel 1963, a Riverside in California, da una gatta dal carattere piuttosto selvatico. Poco tempo prima del parto la gatta era stata investita da un’auto e i gattini presentavano un carattere dolce ed erano molto morbidi. La loro padrona ipotizzò perfino una modificazione dell'apparato muscolo-scheletrico dovuta all'incidente. Il fatto è piuttosto improbabile; è vero invece che i gatti di questa particolare razza sono molto socievoli, affettuosi e adattabili e sono soliti abbandonarsi completamente nelle braccia del loro padrone come se fossero delle bambole di pezza. Da qui il nome "ragdoll" ovvero bambola di pezza in inglese.

La razza fu riconosciuta ufficialmente nel 1975 e gli allevatori operarono una selezione puntando più sul mantenimento del carattere docile che non sulle caratteristiche fisiche.

L'ossatura e la muscolatura sono possenti; il cranio presenta una zona appiattita fra le orecchie che sono piuttosto grandi alla base e che porta leggermente inclinate in avanti. Gli occhi sono ovali, grandi, color blu intenso; il muso è abbastanza lungo. Le zampe posteriori sono più lunghe delle anteriori; i piedi sono piccoli e tondi e presentano ciuffi di pelo interdigitale. La coda è lunga ed è portata alta rispetto alla linea della schiena.

Il pelo è medio-lungo, fitto, abbondante sul collare, più corto sulle zampe; presenta una colorazione detta "a motivo siamese". Il gene responsabile di tale colorazione agisce provocando una depigmentazione del mantello e ha un effetto secondario sul colore degli occhi. Ecco perché la pelliccia è chiara e gli occhi sono blu intenso. Inoltre è un gene termosensibile, quindi le zone più fredde, come zampe e muso, presentano una colorazione del mantello più scura. Le varietà di colore ammesse sono: colourpoint: tipico a motivo siamese mitted o guantato: un altro gene determina la presenza di macchie bianche che vanno a disegnare delle calzine sulle zampe e una fiamma sul muso bicolore.

Ha un carattere molto docile e socievole. Non ama stare da solo, è perciò adatto a persone che possono "strapazzarlo" di coccole. E' buono con i bambini, ma non gradisce le urla. Spesso si attacca morbosamente al padrone, nel quale ripone completa fiducia. E' ben impiegato nella pet-therapy.