Questo sito web utilizza cookies per migliorare la tua navigazione e servirti un servizio personalizzato. La navigazione sul nostro sito ne comporta l'accettazione. Per cambiare la configurazione o ottenere ulteriori informazioni, ti invitiamo a prendere visione della nostra Cookie Policy.

IL SITO E' IN MANUTENZIONE, NON VI PREOCCUPATE SE SI SPAGINA, SIAMO AL LAVORO PER VOI

IL CANE

lupo-boxIl cane (Canis Lupus Familiaris) è un mammifero onnivero, che fa parte del genere Canis (famiglia canidi). Il suo probabile predecessore è il lupo, dal quale si differenzia per i canini meno aguzzi, l'intestino più lungo e dalla mancanza di artigli affilati. Il fenomeno che distingue il cane dal suo predecessore, è la domesticazione.

La famiglia dei Canidi, oltre al cane, conta tra i suoi membri anche lupi, sciacalli, volpi, coyote e cani selvatici. La maggior parte delle ipotesi evoluzionistiche vede nel lupo il suo antenato più prossimo, anche se lo stesso Darwin, padre delle teorie evolutive, considerava possibile una derivazione da diversi antenati selvatici, il che spiegherebbe la grande varietà di razze e le differenze fra le stesse. Lupi, sciacalli, coyote e iene selvatiche, addomesticati in tempi ormai lontanissimi e incrociati fra loro, avrebbero dato origine alla enorme varietà genetica presente in questa famiglia.

La struttura scheletrica delle razze più antiche ricorda molto quella dei lupi di piccola taglia, così pure il comportamento istintivo che i nostri cani a volte mostrano o la tendenza ad instaurare dei rapporti gerarchici quando si trovano in gruppo. La caratteristica fisica comune a tutte le razze di cani è la dentatura strutturata in modo tale da essere adatta per una dieta ocanis-familiarisnnivora. Ciò che contraddistingue il cane dagli altri animali domestici è il suo stretto legame che lo rende un amico fedele e prezioso. Da circa 150 anni l’uomo ha iniziato una selezione delle razze: con opportuni incroci si cerca di creare razze con particolari caratteristiche che possono essere di utilità nello svolgimento di determinate mansioni.Il successo evolutivo e adattativo di questo canide è testimoniato dal fatto che il Canis familiaris è diffuso in ogni angolo della Terra, differenziato in ben 350 razze.

CARATTERISTICHE BIOLOGICHE: si tratta di elementi estremamente variabili che sono dati dalla selezione naturale, ma anche dal contributo dell'uomo. A caua di questa moltitudine di caratteristiche è necessario suddividere la famiglia dei cani in diverse sottospecie e morfologie. Il peso può variare tra i 700 g e i 111 kg. Ha un ciclo mestruale che si ripete due volte all'anno. Per quanto riguarda, invece, il periodo di gestazione, questo si protrae per 9 settimane (parametro molto simile in tutte le razze), e porta alla nascita di una quantità di cuccioli che può variare da 2 a 10. L'olfatto è l'elemento caratteristico del cane; la conformazione del naso (tartufo) e la presenza importante di mucosa all'interno dello stesso, sono parti di fondamentale importanza per il riconoscimento degli odori. Esistono delle razze che si distinguono per le loro particolari capacità olfattive; la miglior razza è il Bloodhound, che viene però poco utilizzato in Italia per il riconoscimento degli odori. In Italia, infatti, si pone maggiore attenzione sul Pastore tedesco, una razza più versatile e dedita in particolar modo all'apprendimento.