Questo sito web utilizza cookies per migliorare la tua navigazione e servirti un servizio personalizzato. La navigazione sul nostro sito ne comporta l'accettazione. Per cambiare la configurazione o ottenere ulteriori informazioni, ti invitiamo a prendere visione della nostra Cookie Policy.

IL SITO E' IN MANUTENZIONE, NON VI PREOCCUPATE SE SI SPAGINA, SIAMO AL LAVORO PER VOI

PASTORE MAREMMANO

maremmano-abruzzeseIn base alle testimonianze di alcuni scrittori, pare che le sue origini risalgano addirittura all’epoca Romana, ben duemila anni fa. Non si conosce però la provenienza, da ricercare in un antenato comune al Kuvasz (cane da pastore ungherese), al Tatra (Polonia), al Tchhouvatch (Slovacchia), al Cane dei Pirenei francesi, al Mastino di Navarra, del tutto simili al Pastore maremmano.

Si tratta di un cane di grande mole, corporatura robusta, maestoso e distinto, dall'espressione intelligente. La statura va da 65-70 cm nei maschi e da 60-68 cm nelle femmine, con un peso medio di 40 Kg. Il muso ricorda quello dell’orso bianco: di lunghezza leggermente inferiore alla larghezza del cranio, stop poco accentuato, canna nasale diritta, tartufo nero, occhi non infossati, leggermente a mandorla, iride ocra o marrone. Orecchie triangolari molto piccole rispetto alla mole, terminanti a punta. Collo forte senza giogaia. Petto largo e muscoloso, coda lunga portata leggermente ricurva.

Pelo molto abbondante, ruvido al tatto, solo leggermente ondulato. E’ corto sul cranio, sulle orecchie e sulla parte anteriore delle zampe. Sul dorso può arrivare anche a 8 cm di lunghezza. Colore: rigorosamente bianco, sono tollerate sfumature avorio, arancio pallido o limone, purchè limitate.

E’ molto docile e intelligente, coraggioso. Da sempre è un cane da pastore. Pare che la scelta sia stata fatta proprio per il suo colore, che lo rende chiaramente distinguibile da qualsiasi animale selvatico: in questo modo durante la lotta il pastore non rischia di sparare accidentalmente al suo cane.