Questo sito web utilizza cookies per migliorare la tua navigazione e servirti un servizio personalizzato. La navigazione sul nostro sito ne comporta l'accettazione. Per cambiare la configurazione o ottenere ulteriori informazioni, ti invitiamo a prendere visione della nostra Cookie Policy.

IL SITO E' IN MANUTENZIONE, NON VI PREOCCUPATE SE SI SPAGINA, SIAMO AL LAVORO PER VOI

La Giraffa: L'ACCOPPIAMENTO

Anche se i maschi sono abbastanza tolleranti tra di loro, solo pochi maschi dominanti sono destinati ad essere accolti dalla femmina in un'area particolare. L'accoppiamento, come è risultato dalle osservazioni compiute in alcuni parchi zoologici, avviene in marzo oppure all'inizio di aprile ed il periodo di gravidanza dura circa 440 giorni in modo che il parto avvenga in maggio o giugno. Dopo il periodo di gestazione, allora, nasce un solo cucciolo che raggiunge, già alla nascita, i 2 m di altezza.

In genere i piccoli nascono in zone riservate alla maternità; numerose femmine possono partorire contemporaneamente i loro cuccioli e dopo 1 o 2 settimane questi ultimi possono riunirsi in gruppi che sono autosufficienti, permettendo alle giraffe madri di allontanarsi alla ricerca di cibo. Esse tornano però ad intervalli regolari per allattare i piccoli che vengono svezzati verso i 15 mesi se maschio o 17 se femmina. Molti anni fa fu rilevato un caso particolare circa l'accoppiamento di una giraffa e la seguente nascita del piccolo: entrambi i sessi, durante il periodo dell'accoppiamento, emettevano un leggero muggito; i maschi si assalivano senza particolare veemenza e si strofinavano a vicenda le corna su schiena e fianchi. Non vi furono lotte serie. Il parto fu molto rapido e facile. Il piccolo venne alla luce con le zampe anteriori e la testa per prime. Dopo la nascita stette immobile per circa un minuto, quindi cominciò a respirare; dopo mezz'ora cercò di alzarsi e venti minuti dopo si diresse barcollando verso la madre. Questa lo guardò con una certa indifferenza ed il giorno dopo si dovette portare una mucca che allattò il giraffino per più di un mese. Dieci ore dopo la nascita il piccolo si aggirava qua e là e al terzo giorno di vita si esercitava già in salti. Alla nascita misurava soltanto 1.20 m di altezza con una coda di 50 cm. Dopo nove mesi la madre si accoppiò nuovamente e partorì dopo 431 giorni un altro giraffino il quale dopo dodici ore dalla nascita succhiava il latte dalla madre, dopo due settimane si nutriva di piante e dopo quattro mesi cominciò a ruminare.